web analytics

Sale l’Iva su prodotti per l’infanzia e assorbenti: opposizioni sul piede di guerra

La bozza della legge di bilancio prevede che latte in polvere e preparazioni per l’alimentazione dei bimbi, così come assorbenti, tamponi e coppette mestruali, passino tra i prodotti soggetti all’Iva al 10% e non più al 5%.

Gli articoli della prima bozza della legge di Bilancio, circolata nelle ultime ore, sono in tutto 91.

L’lva su alcuni prodotti dovrebbe salire nuovamente al 10 per cento. In particolare, i prodotti coinvolti sono “latte in polvere o liquido per l’alimentazione dei lattanti o dei bambini nella prima infanzia, condizionato per la vendita al minuto; estratti di malto; preparazioni per l’alimentazione dei fanciulli, per usi dietetici o di cucina, a base di farine, semolini, amidi, fecole o estratti di malto, anche addizionate di cacao in misura inferiore al 50 per cento in peso”, ma anche “prodotti assorbenti, e tamponi destinati alla protezione dell’igiene femminile; coppette mestruali”.

Si tratta, come è noto, di prodotti indispensabili e di prima necessità. Per questa ragione, le opposizioni sono sul piede di guerra.

Condividi la notizia:

Chi siamo

Quotidiano online sulla sanità pugliese in particolare sulla provincia di Lecce, Brindisi e Taranto. Per inviare i vostri contributi: pugliasanitanews@gmail.com

Ultime notizie

  • All Post
  • Alimentazione e benessere
  • Ambiente & Salute
  • Associazioni
  • Attualità
  • Avvisi
  • Aziende
  • Bari
  • Bat
  • Brindisi
  • Cura e Cultura
  • Diritto & Salute
  • Eventi
  • Farmacia
  • Foggia
  • Fondazioni
  • Internazionali
  • Interviste di PugliaSanita
  • Lecce
  • Mi curo di te
  • Nazionali
  • News
  • Prima pagina
  • Primissima
  • Redazione
  • Regionali
  • Ricerca
  • Rubriche
  • Senza categoria
  • Sport e Salute
  • Taranto

© 2023 Created by Bpmsoft Srl