web analytics

La vaccinazione dei soggetti fragili e la programmazione regionale sul tema saranno al centro di un congresso scientifico che si terrà sabato 17 giugno nell’hotel Best Western Nettuno di Brindisi, a partire dalle 9. Responsabile scientifico Stefano Termite, direttore del Dipartimento di Prevenzione.

L’evento, patrocinato dalla Asl Brindisi, è rivolto a medici di tutte le discipline, infermieri e assistenti sanitari e prevede 3,9 crediti Ecm. Professionisti aziendali, referenti regionali, medici di medicina generale e associazioni di pazienti si confronteranno sui nuovi programmi di prevenzione vaccinale e sulle strategie più idonee per migliorare l’adesione alla vaccinazione, con particolare riferimento alle categorie fragili.

“Alla luce del nuovo Piano nazionale di prevenzione vaccinale 2023-2025 questo evento rappresenta una ulteriore occasione di confronto multidisciplinare tra gli operatori sanitari, al fine di implementare l’offerta vaccinale nei soggetti fragili, attraverso la definizione e condivisione di modelli organizzativi adeguati, analizzando strategie e soluzioni per superare eventuali ostacoli”. Spiega Stefano Termite.

“I soggetti fragili, –  continua Termite – a causa di particolari condizioni, dalle patologie oncologiche, all’immunodepressione, presentano un maggiore rischio di complicanze legate a una malattia infettiva. Per questo la prevenzione vaccinale è di fondamentale importanza per la salute pubblica e per il benessere individuale, oltre che per ridurre le ospedalizzazioni, i decessi e i trattamenti. Nonostante l’offerta vaccinale negli ultimi anni sia divenuta sempre più ampia – prosegue Termite – le coperture vaccinali dell’adulto, con particolare riferimento agli anziani e ai fragili, sono ancora troppo basse. È dunque necessario mettere in campo azioni e percorsi innovativi, orientati a una prevenzione di precisione”.