web analytics

Salgono a 55 i casi confermati in Italia di febbre del Nilo, di questi 2 sono deceduti, entrambi in Lombardia. A rilevarlo è l’ultimo bollettino dell’Istituto superiore di sanità aggiornato al 10 agosto.

Dei 55 casi notificati, 28 si sono manifestati nella forma neuro-invasiva (6 Piemonte, 8 Lombardia, 2 Veneto, 11 Emilia-Romagna, 1 Puglia), 17 casi identificati in donatori di sangue (2 Piemonte, 11 Lombardia, 1 Veneto, 3 Emilia-Romagna), 9 casi di febbre ( 1 Piemonte, 4 Lombardia, 3 Veneto, 1 Sardegna) e 1 caso asintomatico (Lombardia). Salgono a 40 le Province con dimostrata circolazione del virus, appartenenti a 8 Regioni: Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Emilia-Romagna, Puglia, Sicilia e Sardegna.